immagine di testata

header-comune-racalmuto-300x33

U_A

http://www.unioneassessorati.it


L’Unione degli Assessorati alle politiche socio-sanitarie e del lavoro è un’associazione a carattere nazionale di enti pubblici, costituita nel 2005 da diversi assessorati con deleghe alle politiche socio-sanitarie e del lavoro al fine di migliorare l’efficacia della spesa pubblica con specifico riferimento al campo del sistema di welfare allargato, di migliorare la qualità dei servizi all’utenza nel suddetto campo di intervento, di ridurre le diseconomie di sistema riconducibili al coordinamento non ancora sufficiente tra le politiche di welfare sociale e quelle occupazionali e accrescere in tal modo la qualità della vita della popolazione.

Compito principiale dell’Associazione, è quello di fornire alle amministrazioni aderenti gli strumenti necessari all’assolvimento delle competenze e dei compiti determinati sulla base dei principi sanciti dalla L.267 del 18 agosto 2000 e dalla legge 328/2000 oltre che dalla normativa afferente le politiche del lavoro.

Tra gli scopi principiali rientra anche quello di fornire assistenza tecnica agli enti locali e ai distretti socio-sanitari oltre che alle A.U.S.L. nell’espletamento dei compiti istituzionali, coadiuvare ed affiancare le amministrazioni pubbliche nelle attività e negli interventi di sviluppo delle risorse umane, anche ai fini del loro coordinamento, favorire lo scambio e l’integrazione del sistema di welfare italiano con quello dei paesi membri dell’Unione Europea. All’Associazione possono aderire gli enti locali territoriali e gli enti pubblici (Regioni, Province, Comuni, AUSL,…) oltre agli enti di diritto pubblico è governata da un consiglio direttivo composto esclusivamente dai Sindaci, Assessori o rappresentanti legali degli enti pubblici aderenti. All’associazione si può aderire mediante un apposito atto ufficiale (delibera, determina, ecc).


Servizi offerti

Servizi offerti Assessorati agli enti Pubblici Aderenti :

VAI ALLA PAGINA

REFERENTE DEL COMUNE DI RACALMUTO SIG.RA GIUSY CIPOLLA: 0922 94 00 33  E_MAIL:  info@ua.comune.racalmuto.ag.it


IMPORTANTISSIMO L’ASSESSORE IMFORMA

Restivo | news | lug 6, 2018| Edit| nessun commento »

 

ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI

Erasmus Y2Y: sei comuni pilota in Sicilia, nell’Agrigentino individuati Racalmuto e

Bivona

Sono stati individuati i sei comuni pilota della Sicilia che prenderanno parte alla sperimentazione del progetto Erasmus+ Y2Y. Il comune di Racalmuto insieme ai comuni di Bompietro, Bolognetta, Bivona, Vita e Montelepre avranno infatti, l’opportunità, di far partecipare i loro giovani cittadini, al Programma Erasmus+. Lo comunica l’assessore alle politiche giovanili  del comune di Racalmuto Carmela Matteliano. II progetto dal titolo Y2Y – Youth creative thinking as interprenuerial input” (Giovani creativi come input imprenditoriali) – si pone come finalità la promozione della cultura imprenditoriale dei giovani europei, attraverso la valorizzazione della creatività, l’utilizzo delle nuove tecnologie e lo scambio globale di idee. Una ricerca fra i giovani per conoscerne opinioni, aspettative e bisogni, con particolare riferimento alle politiche attive di ricerca del lavoro, con importanti momenti di formazione – uno dei quali a Siviglia della durata di cinque giorni.

“E’ un progetto ideato e prodotto da una partnership transazionale e coordinato dall’Unione degli Assessorati delle politiche socio-sanitarie di Palermo, un’associazione di enti locali alla quale abbiamo aderito. Saranno coinvolti, oltre i sei Comuni siciliani, sei Comuni della Spagna, sei Comuni della Bulgaria, e importanti organizzazioni Europee (FAMP Federacion Andaluza De Municipios Y Provincias, con sede a Sevilla, Spagna; UBBSLA: Unione delle Autorità locali del Mar Nero, con sede a Varna, Bulgaria; Ams: Associazione per la mobilitazione Sociale, con sede a Palermo, Italia) – dichiara l’Assessore Carmela Matteliano”. “La partecipazione al progetto – commenta il sindaco Avv. Emilio Messana – rappresenta un’occasione importante per i nostri giovani e di crescita per la pubblica amministrazione nell’ambito delle politiche attive giovanili. Un referente dell’ente, ed alcuni giovani racalmutesi avranno la possibilità di partecipare a diversi momenti formativi ed informativi, laboratori esperenziali e meeting internazionali che offriranno loro occasione di crescita personale e di sviluppo dell’auto-imprenditorialità giovanile”.

IMG-20180706-WA0000

Un questionario per conoscere l’opinione dei giovani sul tema del lavoro, creatività e impresa

È online il sondaggio rivolto ai giovani tra i 18 e i 30 anni residenti nei Comuni di Bivona, Bolognetta, Bompietro, Montelepre, Racalmuto e Vita.

L’obiettivo è conoscere i giovani e le loro opinioni su tematiche quali il lavoro, la disoccupazione, l’imprenditorialità e la creatività.

L’iniziativa rientra tra le attività del progetto Youth2Youth finanziato dal programma Erasmus plus – settore Gioventù che intende mettere in campo interventi finalizzati a sviluppare l’educazione all’imprenditorialità e la partecipazione giovanile al mondo delle imprese innovative e creative.

I giovani residenti nei comuni in cui sarà sperimentato il progetto, possono compilare il questionario entro il 30 luglio al seguente link: clicca qui.

I risultati della ricerca aiuteranno gli amministratori pubblici e gli operatori giovanili a migliorare la programmazione delle politiche giovanili, con particolare riferimento ai servizi di promozione dell’occupazione e dell’imprenditorialità giovanile.

Il questionario è anonimo e i risultati saranno presentati entro il 2018 in una conferenza internazionale che si terrà in Spagna.

Successivamente a questa fase sarà progettata la formazione rivolta agli “youth workers” (operatori giovanili) dei comuni partecipanti e sarà implementata una piattaforma rivolta ai giovani per promuovere e sviluppare le proprie idee imprenditoriali. Ai giovani sarà anche offerto un percorso formativo e di coaching.

Il progetto gode del supporto del programma Erasmus+ dell’Unione europea.

YOUTH CREATIVE THINKING AS ENTREPRENURIAL IMPUT